Seguimi su: Seguimi su Twitter  Seguimi su Facebook  Seguimi su Flickr  Seguimi su You Tube 

 

 

 

 

 

 

Pellegrinaggio "bagnato" in arrivo a Gubbio

Pubblicato il 02/09/2014   
La città accoglie i pellegrini che hanno sfidato pioggia, vento e freddo gelido lungo il Sentiero di Francesco

Gubbio è pronta ad accogliere i pellegrini che domani concluderanno la sesta edizione del pellegrinaggio “Il Sentiero di Francesco”. I partecipanti sono arrivati numerosi da ogni parte d’Italia, in particolare da Lazio, Lombardia, Trentino, Puglia, Toscana, Emilia Romagna, Sicilia, Marche e - naturalmente - dall’Umbria. Gran parte di loro ha vissuto il pellegrinaggio sperimentando l’accoglienza povera in ostelli, parrocchie e impianti sportivi, ma non sono mancati quelli che hanno usufruito di ospitalità alberghiera.

Dopo la partenza di ieri mattina da Assisi e l’arrivo nel tardo pomeriggio a Valfabbrica, sotto una pioggia battente e temperature tra l’autunnale e l’invernale, oggi hanno raggiunto la chiesetta di Caprignone e l’eremo di San Pietro in Vigneto, per poi concludere la giornata arrivando a Vallingegno. Proprio dall’abbazia - dove sarà accesa la “Fiamma del ben...essere” - i pellegrini partiranno domattina per scendere verso Gubbio e terminare il cammino a piedi nel Parco della Riconciliazione presso la Chiesa di Santa Maria della Vittoria, con l’arrivo previsto tra le 15 e le 16. 

L’ultimo giorno sarà quello più intenso e denso di significati. All’arrivo alla Vittorina, i bambini ricorderanno ancora una volta i conflitti e le violenze che oggi infiammano il mondo, in particolare quanto sta accadendo in Iraq, in Terra Santa e in Ucraina. Per ogni conflitto attivo sarà accesa una fiamma di speranza e di riconciliazione. Alla preghiera finale del pellegrinaggio si uniranno tutte le intenzioni personali di ogni singolo “camminatore”, meditate nei tre giorni lungo il percorso francescano. E ad ognuno di loro sarà consegnato il messaggio conclusivo proposto dalla diocesi di Gubbio e dalle famiglie francescane.
Alle ore 18,30, il vescovo mons. Mario Ceccobelli celebrerà la santa messa nella Chiesa di San Francesco, il luogo che più di ogni altro ricorda l’arrivo a Gubbio di Francesco, dopo la rinuncia ai beni del padre.
Al termine della celebrazione, i pellegrini si sposteranno nel Chiostro della Pace del convento francescano eugubino per partecipare al momento conviviale e di chiusura del “Sentiero di Francesco” 2014. Sarà una serata di musica, testimonianze e interviste, fino ad arrivare all’assegnazione del premio “Lupo di Gubbio per la riconciliazione”. 
Tra gli ospiti, ci saranno il tenore fra’ Alessandro Brustenghi, la corale Cantores Beati Ubaldi, il “camminatore” Luigi Nacci, autore del libro “Alzati e cammina”, il giovane Fabio Salvatore che da anni sta lottando contro il cancro e che ha appena scritto il libro “Il tuo nome è Francesco - A piedi nudi lungo la via del perdono”. Infine, il premio “Lupo di Gubbio per la riconciliazione” sarà assegnato a Francesco Canale un giovane che - pur affetto da una grave disabilità fin dalla nascita - ha trasformato la sua vita in una esperienza davvero straordinaria.
La giornata di domani segnerà anche l’inizio del programma dell’evento “Gubbio, città del ben...essere”, legato quest’anno alla sesta edizione del Sentiero di Francesco. Tutte le informazioni sull’iniziativa su www.nutrition.it.