DANIELEMORINI.IT                               Seguimi su: Seguimi su Twitter  Seguimi su Facebook  Seguimi su Flickr  Seguimi su You Tube 

Portiamo insieme
il nostro territorio
nell'Agenda del Paese

 

Primo maggio nel consorzio agrario

Pubblicato il 5/1/2013   
Un pomeriggio di condivisione e di riflessione che ha richiamato oltre duecento eugubini, per pregare e meditare insieme sui temi del lavoro in tempi di crisi, difficili e complessi, come quelli attuali.

Una iniziativa senz’altro da ripetere, quella organizzata oggi - per la prima volta - dall’Ufficio per la pastorale sociale e del lavoro della diocesi di Gubbio e ospitata presso il Consorzio agrario di via Perugina.
In un giorno in cui tutto il mondo laico si è fermato per fare il punto su mancanza di occupazione, precariato e diritti dei lavoratori, anche la Chiesa di Gubbio si è interrogata e raccolta in preghiera, profondamente consapevole del fatto che, come recitava il titolo dell’incontro, tratto dalla Gaudium et Spes (costituzione pastorale promulgata da papa Paolo VI nel 1965), anche “il figlio di Dio ha lavorato con mani d’uomo”.
Tema introdotto dal neo-direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale sociale, Matteo Andresini, che ha parlato del senso del lavoro nella dottrina sociale della Chiesa e ha illustrato le motivazioni di fondo dell’iniziativa di preghiera. Poi le testimonianze e l’omelia del vescovo di Gubbio, mons. Mario Ceccobelli. In chiusura, l’intervento di Alberto Bertinelli, presidente del Consorzio agrario e direttore di Coldiretti Umbria, che ha ringraziato per l’evento e per la bellezza del momento vissuto insieme.
Una iniziativa che la diocesi eugubina ha organizzato proprio grazie alla collaborazione con i Consorzi agrari di Gubbio e Perugia, con Coldiretti e Campagna Amica. E l’evento è stato un’occasione, per la Chiesa eugubina, di incontrarsi con imprese, lavoratori, rappresentanti delle associazioni di categoria, sindacati e cittadini. Momento di riflessione ma anche di convivialità e di condivisione, grazie proprio ai prodotti della terra e dell’allevamento preparati dagli agricoltori di Coldiretti.